Salute

Altre prove sull'EFFICACIA dell'e-cig

07 maggio 2017

Alcuni ricercatori dell’Università della Virginia, hanno voluto descrivere una corretta metodologia di ricerca da utilizzare in laboratorio per comprendere al meglio la sigaretta elettronica. Questa metodologia prende in considerazione l’esposizione a sostanze tossiche, la risposta cardiovascolare e le sensazioni soggettive legate all’utilizzo delle e-cigs. 


 Per lo studio in questione sono stati reclutati 32 soggetti, tutti fumatori.

Successivamente ad ognuno di loro sono state somministrate, in ordine casuale e con precisi intervalli temporali,

una sigaretta contenente tabacco,

una sigaretta elettronica con 18mg di nicotina,

una sigaretta elettronica con 16 mg di nicotina e

un sigaretta spenta (i soggetti dovevano fingere di fumare).   


Dai risultati ottenuti è emerso che i livelli di nicotina nel plasma, i livelli di monossido di carbonio e la frequenza cardiaca aumentavano notevolmente solamente dopo aver fumato la sigaretta con tabacco. Per quanto riguarda invece le percezioni soggettive, i partecipanti hanno dichiarato di provare i sintomi dell’astinenza solo dopo aver finto di fumare una sigaretta spenta.    


Cosa ne deduciamo?

 Da questo studio emerge quindi che la sigaretta elettronica può essere considerata un valido strumento per la lotta contro il tabagismo. Questo dispositivo e di fatti in grado di ridurre i sintomi dell’astinenza da nicotina, senza esporre i fumatori alle sostanze tossiche presenti nelle sigaretta con tabacco e senza avere effetti sul cuore. 


FONTE: http://the-ecig-science.org/?p=327

 




mysmoke.it

In vetrina

mysmoke.it

Articoli Consigliati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni